ottobre 13, 2015 | by Nicola Mansi
Al Palapartenope successo per il XV Discodays, fiera del disco e della musica / FOTO

Domenica 11 ottobre al Palapartenope di Napoli è tornato il Discodays, per l’edizione autunnale 2015. Una vera e propria fiera del disco e della musica che ha contato cinquanta standisti del settore con un’esposizione di circa 100.000 tra vinili e cd. Tantissimi gli appassionati che, anche quest’anno, si sono dati appuntamento per rincontrarsi e per cercare memorabilia o pezzi rari da aggiungere alle proprie collezioni. L’intensa giornata ha proposto due esposizioni davvero uniche: la prima incentrata sui 40 anni del disco “A Night at the Opera” dei Queen curata da Queen Museum, con la presenza a Napoli di Crystal Taylor, assistente personale del batterista dei Queen Roger Taylor che ha raccontato aneddoti inediti sulla band e sulla sua esperienza, la seconda, omaggio all’album “Wish you were here” dei Pink Floyd, anch’esso arrivato ai 40 anni, curata dai The Lunatics, prima community di collezionisti dei Pink Floyd in Italia. Musica raccontata ma anche tanta musica live con le esibizioni dei Dada Circus, interessante giovane band, vincitrice del contest nazionale per band emergenti promosso dal “Jam Camp” del “Meeting del Mare” e finalista al Premio Tenco per la migliore opera prima, dei A Day After Hurricane, delle Ninfe della tammorra e del pianista Bruno Bavota, al quale è andato il Premio “DiscoDays Giovani”, mentre il premio Discodays è andato ad Enzo Gragnaniello. Questi premi, per volere degli organizzatori, vanno a quegli artisti che hanno contribuito con la loro musica, alla crescita e alla diffusione delle tradizioni campane. Tanti i workshop e gli incontri che hanno impreziosito l’intensa giornata e che hanno affrontato l’ineludibile tema della fruizione musicale, dello streaming e dei nuovi canali che la tecnologia offre. A suscitare molto interesse l’incontro con Carmine Aymone e Michelangelo Iossa sulla storia dei tre degli album più venduti di tutti i tempi: Thriller di Michael Jackson, Back in Black degli AC/DC e Saturday Night Fever dei Bee Gees. Presentato inoltre in anteprima nazionale, da Suoni del Sud,  l’album The Showmen realizzato con il patrocinio di DiscoDays in edizione limitata in vinile di sole 500 copie. La musica come riscatto sociale è stato infine, il tema dell’incontro organizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Sociologi sezione Campania. (le foto sono di Pino Izzo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leave a Reply

— required *

— required *

Ravellomagazine è una testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Lucia Serino - Registrazione del Tribunale di Salerno n°9 del 19 marzo 2014. Editing by Fondazione Ravello | p.iva C.F. 03918610654