luglio 20, 2014 | by redazione
Dario Franceschini: “La Fondazione Ravello è un modello da seguire”

Dopo aver assistito ieri al magnifico concerto in piano solo di Michel Camilo, stamane il ministro Dario Franceschini è tornato in Villa Rufolo per concedere attenzione esclusiva al monumento simbolo della Città della Musica. Accolto in piazza Duomo dal presidente della Fondazione Ravello, Renato Brunetta e dal sindaco, Paolo Vuilleumier, il ministro è stato accompagnato nel suo tour della Villa dal Segretario generale, Secondo Amalfitano, che al titolare del dicastero dei Beni Culturali ha illustrato sia il progetto di valorizzazione e restauro che sta interessando l’affascinante struttura sia il complessivo “Progetto Ravello”, cui la Fondazione sta dedicando da due anni sforzi e fondi al fine di mettere in circolo virtuosi i beni materiali e immateriali afferenti al territorio.
Franceschini ha espresso vivo apprezzamento per il lavoro svolto fin qui dall’ente presieduto da Brunetta, sottolineando quanto esso possa tornare d’esempio nel panorama della gestione dei beni culturali. Il ministro, che già ieri aveva dichiarato “Ravello è un modello che soprattutto nel Mezzogiorno andrebbe studiato e valorizzato”, oggi, dopo la visita, ha aggiunto “Ravello ha saputo precorrere i tempi scegliendo la Fondazione quale strumento di governance agile e intelligente: ora tocca alla politica varare un decreto attuativo che regoli e ottimizzi il ruolo del Ministero all’interno di strutture come questa”.
Nel corso della passeggiata il ministro ha visitato i molti ambienti della villa che stanno ritornando, da uno stato di semiabbandono, alla piena fruizione pubblica grazie ai progetti supportati dai fondi Arcus e alla lungimiranza delle istituzioni che formano e sostengono la Fondazione Ravello. Tante le foto scattate da Franceschini che, per qualche ora, ha dismesso i panni del ministro per indossare quelli del turista affascinato dalle bellezze di Ravello. (ph Pino Izzo)

 

Leave a Reply

— required *

— required *

Ravellomagazine è una testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Lucia Serino - Registrazione del Tribunale di Salerno n°9 del 19 marzo 2014. Editing by Fondazione Ravello | p.iva C.F. 03918610654