giugno 26, 2015 | by redazione
Domani al Ravello Festival i vincitori del Premio Salerno Libro d’Europa

E’ la “Città della Musica” l’ultima tappa del Premio Salerno Libro d’Europa. Domani pomeriggio (ore 18), il Ravello Festival ospita gli scrittori vincitori ed i loro lettori nell’incantevole cornice dei giardini di Villa Rufolo.  Riservato a narratori europei under 40 il Premio Salerno Libro d’Europa è un concorso letterario inserito nella programmazione del Festival Salerno Letteratura, giunto quest’anno alla terza edizione, che si svolge nell’ultima settimana del mese di giugno proponendo centocinquanta eventi tra reading, presentazioni, spettacoli teatrali e concerti.
Ogni anno, una commissione tecnica designa una cinquina di vincitori, per poi passare il testimone ad una giuria popolare che, nel corso del festival, assegna il primo premio. Quattro sono le autrici premiate nell’ambito della rassegna salernitana, tre delle quali straniere.
Insieme con l’italiana Simona Sparaco, autrice del libro “Se chiudo gli occhi” (edito da Giunti), saranno presenti domani pomeriggio a Ravello anche le altre quattro protagoniste del concorso letterario: l’ucraina Marjana Gaponenko (autrice del libro “La misteriosa scomparsa del piccione migratore” edito da Elliot), la britannica Emma Healey (autrice del libro Elizabeth è scomparsa edito da Mondadori) e la finlandese Sofi Oksanen (autrice del libro Quando i colombi scomparvero edito da Feltrinelli).

Marjana Gaponenko (Ucraina)
autrice del libro La misteriosa scomparsa del piccione migratore (Elliot)
Nata nel 1981 a Odessa, nell’attuale Ucraina, ha studiato Germanistica e, dopo aver vissuto a Cracovia e Dublino, si è trasferita a Magonza, dove vive tuttora. Dal 1996 scrive in tedesco. È autrice di diversi contributi in riviste letterarie e antologie. Nel 2009 ha vinto il premio Frau Ava Literaturpreis. Come autrice di romanzi ha debuttato nel 2010 con Annuschka Blume. La misteriosa scomparsa del piccione migratore ha vinto l’Adelbert-von-Chamisso-Preis nel 2013 ed è in corso di traduzione in cinque lingue.

Emma Healey (Regno Unito)
autrice del libro Elizabeth è scomparsa (Mondadori)
Ha 28 anni ed è nata e cresciuta a Londra. Elizabeth è scomparsa è il suo primo romanzo ed è diventato subito un caso alla Fiera del libro di Londra, dove gli editori mondiali se lo sono conteso sfoderando le idee più bizzarre: alcuni hanno tappezzato l’intera casa editrice con barattoli di pesche sciroppate, altri l’hanno inondata con le note di Mozart, altri ancora hanno fatto recapitare all’autrice una valigia piena zeppa di oggetti vintage amati dalla sua protagonista. Più di venti paesi hanno acquistato i diritti di traduzione di questo libro.

Sofi Oksanen (Finlandia)
autrice del libro Quando i colombi scomparvero (Feltrinelli)
È nata nel 1977 in Finlandia, ma è di origine estone. Scrittrice e drammaturga, ha esordito nel 2003 con Le vacche di Stalin (Guanda), finalista al Runeberg Award. Con La purga (Guanda, 2010) ottiene un grande successo internazionale, vendendo più di un milione di copie e raccogliendo una serie di riconoscimenti internazionali di grande importanza come il Nordic Council Literary Prize, il Finlandia Award, il Runeberg Award, il Prix Femina e il European Book Prize. Feltrinelli ha pubblicato Quando i colombi scomparvero (2014), il suo terzo romanzo, già bestseller in Finlandia e tradotto in numerose lingue.

Simona Sparaco (Italia)
autrice del libro Se chiudo gli occhi (Giunti)
Scrittrice e sceneggiatrice, è nata a Roma. Dopo aver conseguito in Inghilterra la laurea in Scienze della Comunicazione, spinta dalla passione per la letteratura, è tornata in Italia e si è iscritta alla facoltà di Lettere, indirizzo Spettacolo. Ha poi frequentato diversi corsi di scrittura creativa, tra cui il master della scuola Holden di Torino. Nel 2009 ha pubblicato il romanzo Lovebook e, nel 2010, Bastardi senza amore, tradotto anche in lingua inglese. Nel 2013 è uscito per Giunti Nessuno sa di noi, un istantaneo bestseller del passaparola, ristampato in 15 edizioni, vincitore del Premio Roma e finalista al Premio Strega. Vive tra Roma e Singapore.

Leave a Reply

— required *

— required *

Ravellomagazine è una testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Lucia Serino - Registrazione del Tribunale di Salerno n°9 del 19 marzo 2014. Editing by Fondazione Ravello | p.iva C.F. 03918610654