settembre 10, 2014 | by redazione
Il Ravello Festival attende Martha Argerich. Nel weekend tanta musica e l’incontro con Philippe Claudel

Il Ravello Festival chiude per il 2014 il ciclo di incontri di parola venerdì 12 settembre ospitando nell’auditorium di Villa Rufolo (ore 18) lo scrittore, saggista, regista e sceneggiatore Philippe Claudel. Proprio alla maniera dei grandi viaggiatori del Grand Tour, l’autore dell’acclamato “Le anime Grigie” e regista di “Ti amerò sempre”, converserà con Angelo Cannavacciuolo sul significato della parola “sud”, tema conduttore del festival. L’incontro, prodotto dalla Fondazione Mannajuolo, nasce da un idea di Angelo Cannavacciuolo, il progetto “Parole In Viaggio”, che vede autori internazionali confrontarsi proprio con il Sud, reinterpretando la grande stagione letteraria del diciassettesimo e diciottesimo secolo, quando grandi scrittori, pittori, musicisti, attraversavano l’Italia per raggiungere il territorio campano.

Sempre venerdì il Ravello Festival propone al suo pubblico una serata di musica classica con il concerto a quattro mani del duo pianistico formato da Federica Monti e Fabio Bianco che emozionerà il pubblico sulle musiche di Wagner, Chabrier e R.Strauss del quale ricorre il 150 dalla nascita (Villa Rufolo ore 21.25). Quella del pianoforte a quattro mani è una tradizione nobile ed europea che rimanda ad atmosfere da salotto romantico. Lungi, però, dall’essere solo un divertissement d’elite, il repertorio a quattro mani ha coinvolto in veste di trascrittori un folto novero di musicisti illustri: quello che il duo Monti – Bianco esplorerà è un campionario significativo di virtuosismi, uno spaccato di gusto fin de siecle che tiene conto con eleganza della vocazione wagneriana di Ravello e dell’evenienza celebrativa straussiana.

Sabato 13 settembre (ore 21.25) ancora musica con l’esibizione del Sestetto Stradivari, ensemble d’archi composto da David Romano e Ingrid Belli ai violini, Raffaele Mallozzi e David Bursack alle viole e Diego Romano e Sara Gentile ai violoncelli. Con il sestetto romano, eccezionalmente, si esibirà il noto pianista argentino Eduardo Hubert, già partner di Martha Argerich in numerosi progetti. Brahms e Dvořák in locandina. Una serata in stile Hausmusik, impreziosita dalla proposta del bellissimo Quintetto con pianoforte op.81 di Dvořák, sospeso tra suggestioni folkloriche di diversa matrice. Solo archi, invece, per il Sestetto op.18 di Brahms, il più giovanile tra i due composti dal musicista tedesco, autentica pietra miliare del repertorio cameristico di ogni epoca.

Domenica 14 settembre (ore 19.55) la settimana si concluderà sul Belvedere di Villa Rufolo con l’attesissimo concerto della Neojiba Orchestra (Orchestra Giovanile dello Stato di Bahia), diretta dal Maestro Ricardo Castro che avrà eccezionalmente al proprio fianco la grande pianista argentina Martha Argerich per uno spettacolo suggestivo ed emozionante sulle note di Čajkovskij, Villa Lobos, Bernstein. Il graditissimo ritorno di Martha Argerich a Ravello rappresenta uno degli eventi clou del Festival (nella foto di Cesare Abbate la Argerich all’auditorium Oscar Niemeyer nel 2012). L’Orchestra Giovanile dello Stato di Bahia, fondata nel 2007 dal pianista e direttore brasiliano Ricardo Castro, si sviluppa sul modello del Sistema venezuelano. Sostenuto dalla città di Bahia, il complesso, che fa parte del programma educativo Neojiba, in pochi anni ha conquistato notevole successo in Europa, facendo registrare sold out a Londra, Berlino e Ginevra e proponendosi come ensemble in residence al Festival di Montreux. Il 2014 è l’anno del primo tour negli Stati Uniti e del debutto in Italia, dove si esibisce (a Milano, Torino, Ravello e Roma) con una solista d’eccezione, la Argerich appunto, ritenuta la più grande pianista oggi in attività. Il programma, brillante e impegnativo, comprende, tra l’altro, il sontuoso primo Concerto di Čajkovskij, cavallo di battaglia da sempre dell’artista argentina.

www.ravellofestival.com. Per info e prenotazioni 089.858422boxoffice@ravellofestival.com

Leave a Reply

— required *

— required *

Ravellomagazine è una testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Lucia Serino - Registrazione del Tribunale di Salerno n°9 del 19 marzo 2014. Editing by Fondazione Ravello | p.iva C.F. 03918610654