agosto 25, 2014 | by Mario Amodio
La “Grande Bellezza” contamina Amalfi e il Capodanno Bizantino. Premio Magister a Nicola Giuliano

Vivo con trepidazione ed emozione questo evento,  frequento da sempre queste stupende località ed è nei cinema amalfitani che ho alimentato la mia passione”. Parola di Nicola Giuliano, il fondatore della Indigo Film e produttore de “La Grande Bellezza” la pellicola di Paolo Sorrentino che ha ottenuto l’Oscar per il miglior film straniero. Quarantotto anni, napoletano, e da più di trenta frequentatore assiduo della Costiera (vive le sue estati nella vicina Atrani) Giuliano è il nuovo Magister Civiltà Amalfitana.

Il prestigioso titolo, attribuito ad una personalità afferente al territorio dell’antico ducato amalfitano, d’origine o di adozione, che si è distinta per particolari e acclarati meriti in un settore portante della civiltà amalfitana medievale (l’imprenditoria, la religione, la politica, la scienza, il diritto, l’arte, la marineria, solidarietà e diplomazia), gli verrà cosegnato il 1° settembre sul sagrato della Chiesa di San Salvatore de Birecto ad Atrani, tempio nel quale i duchi della repubblica di Amalfi ottenevano l’investitura.

Un appuntamento irrinunciabile, alle 17,30 in piazza Umberto I, quello dell’Investitura Ufficiale del Magister, che avverrà alla presenza dell’Arcivescovo, dei  due sindaci di Amalfi e Atrani e dei rappresentanti istituzionali. Poi l’avvio del corteo storico alle 18:30 (in occasione del quale il transito sulla SS163 Amalfitana sarà interrotto) che sfilerà sul lungomare e  verso la Cattedrale di Sant’Andrea dove il Magister sarà presentato alla città di Amalfi. Attesissimo infine il concerto degli Avion Travel che alle 21.30 si esibiranno dal palco allestito sul lungomare di Amalfi.

Sulla scelta del nuovo Magister è stato unanime il consenso della commissione del Premio che ha riconosciuto il titolo a Giuliano con questa motivazione : “Ispirato anche dalla fantastica meraviglia della Divina Costiera in cui ama soggiornare, con la munifica intraprendenza degli antichi mecenati amalfitani ha donato alla platea internazionale, storie e metafore esistenziali in cui la grande bellezza dei luoghi esalta ed intride forti sentimenti di speranza e disincanto, meritando all’Italia – dopo Fellini e Benigni – il prestigioso Premio Oscar 2014 per il miglior film straniero.”

Il Capodanno Bizantino, che rievoca seppur in maniera rivisitata una delle pagine più importanti della storia dell’antica repubblica marinara, è organizzato dal Comune di Amalfi, in collaborazione con  il Comune di Atrani, il Centro di Cultura e Storia Amalfitana e  il Consorzio Amalfi di Qualità. L’evento vede quest’anno anche  il cofinanziamento della Regione  Campania e dell’Unione Europea nell’ambito del PO Fesr Campania 2007-2013 Ob. Op. 1.12.

Leave a Reply

— required *

— required *

Ravellomagazine è una testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Lucia Serino - Registrazione del Tribunale di Salerno n°9 del 19 marzo 2014. Editing by Fondazione Ravello | p.iva C.F. 03918610654