luglio 8, 2014 | by redazione
Nella settimana del Ravello Festival, l’attesissimo ritorno di Chick Corea con Stanley Clarke

Il Ravello Festival continua a stupire ed emozionare, giovedì 10 luglio (ore 21.25) proponendo la straordinaria esibizione di Chick Corea e Stanley Clarke, reunion d’eccellenza che presenterà per l’occasione The songs of return to forever. Il pianista-compositore Chick Corea è uno tra più prolifici della seconda metà del ventesimo secolo, nonché uno dei mostri sacri della storia del jazz di oggi. Ha toccato un numero incredibile di generi musicali mantenendo uno standard di eccellenza davvero sorprendente senza mai perdere la voglia di riprendere il filo di percorsi intrapresi in passato. Così, a più di 40 anni dalla nascita del gruppo Return to Forever, ha deciso assieme al grande amico e collega, il bassista Stanley Clarke, già parte del progetto (con Airto Moreira, Flora Purim e, poi, Al Di Meola), di tentare nuove strade a partire dalle esperienze di allora.

Venerdì 11 (ore 21.25), invece, il Ravello Festival dà spazio a due giovani artiste che si stanno facendo largo nel panorama italiano: la compositrice e pianista toscana Giulia Mazzoni, che ha suscitato i consensi di colleghi illustri, come Ramin Bahrami, e che si ispira al minimalismo di Michael Nyman, cui è dedicato il brano “Where and when?”, contenuto nell’album Giocando con i bottoni; e la cantautrice calabrese Ylenia Lucisano, che mescola le sonorità pop/folk a quelle del suo Sud, utilizzando il dialetto insieme all’italiano, per connotare in modo forte le proprie canzoni. Il suo album di esordio Piccolo universo contiene il brano omonimo, scritto per Ylenia da Pacifico. Giulia Mazzoni e Ylenia Lucisano, all’interno del Festival, si esibiranno anche insieme per un unico pezzo.

Sabato 12 (ore 19.55) il Ravello Festival torna alla musica classica e apre la serie di appuntamenti con la musica cameristica. A calcare il palco del Belvedere di Villa Rufolo saranno Gli Archi dell’Accademia di Santa Cecilia. Nata nel 1908, l’Orchestra di Santa Cecilia ha rivolto particolare attenzione al repertorio da camera, favorendo la formazione di diversi ensemble composti dalle prime parti orchestrali. Grazie alla guida del direttore Luigi Piovano, primo violoncello dell’Orchestra Sinfonica di Santa Cecilia, gli Archi dell’Accademia occupano un posto di assoluto rilievo in questo ambito. Il programma che presenteranno spazia dalla rilettura de “La morte e la fanciulla”, nella trascrizione di Mahler, alla suadente e celebre Serenata di Čajkovskij, senza dimenticare un omaggio a Richard Strauss, nel centocinquantesimo della nascita, con l’esecuzione del raffinato Sestetto-ouverture da “Capriccio”.

Martedì 15 luglio la musica elettronica di Francisco Lopez darà ritmo al Ravello Festival attraverso la live performance Untitled. Riconosciuto a livello internazionale come uno dei principali protagonisti nel campo della musica sperimentale, Lopez ha sviluppato un sorprendente stile sonoro, personale ed iconoclastico, basato sull’ascolto profondo e consapevole dei materiali raccolti in tutto il mondo. È riuscito ad abbattere le barriere tra suoni artificiali e naturali, spesso sfiorando i limiti della percezione e proponendo un ascolto trascendentale che apre i sensi e lo spirito, per creare un’esperienza sonora totalizzante, durante la quale spesso l’autore si avvale di sistemi surround multicanale e chiede al proprio pubblico di bendarsi. Nell’occasione, a Ravello, Lopez darà vita alla sua performance tra le sculture di Tony Cragg, inaugurando il ciclo di appuntamenti aperti del Festival nelle strade e piazze di Ravello.

Inoltre venerdì 11 luglio è in programma l’incontro con Licia Giaquinto autrice del libro “La briganta e lo sparviero” (Hotel Palumbo, ore 18 ingresso libero su prenotazione) e da sabato 12 luglio fino al 31 ottobre sarà in mostra a Villa Rufolo (Chiostro Inferiore) l’esposizione di ceramiche al femminile “Pandora direzione Sud”, a cura di Anna Rita Fasano e promossa dell’Associazione Pandora Artiste – Ceramiste, che ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare le bellezze del nostro meraviglioso Sud, attraverso la presentazione di circa quaranta opere, tra ceramiche e installazioni, che raccontano la storia delle donne del Sud e il rapporto di queste con la propria terra.

I biglietti per gli eventi del Ravello Festival sono disponibili in prevendita (www.ravellofestival.com – 089 858422; www.bookingshow.it). Il boxoffice del Ravello Festival di Piazza Duomo a Ravello è aperto tutti i giorni dalle 10.30 alle 14.30 e dalle 15.30 alle 19.30 (ad eccezione del lunedì dalle 15.30 alle 19.30). Nei giorni degli spettacoli, invece, gli sportelli saranno aperti fino all’orario di inizio dell’ultima rappresentazione. L’organizzazione ricorda che l’orario indicato coincide con quello di chiusura dei cancelli. Oltre tale limite, in nessun caso sarà consentito l’ingresso al pubblico, se non durante l’intervallo dello spettacolo (laddove previsto).

Leave a Reply

— required *

— required *

Ravellomagazine è una testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Lucia Serino - Registrazione del Tribunale di Salerno n°9 del 19 marzo 2014. Editing by Fondazione Ravello | p.iva C.F. 03918610654