agosto 25, 2014 | by Mario Amodio
Parterre d’eccezione per il concerto wagneriano. Nicolais attratto dal fascino del Ravello Festival

Parterre d’eccezione ieri a Villa Rufolo per l’omaggio al grande compositore Richard Wagner da secoli legato a doppio filo con la magia di Ravello. Oltre al numero uno del Cnr, Luigi Nicolais con cui il presidente di Fondazione Ravello, Renato Brunetta, ha siglato a luglio un importante accordo, anche il sociologo Domenico Demasi e un magnate russo che ha occupato con i suoi ospiti quasi un’intera fila della tribuna centrale. “Vedere l’organizzazione di questo Festival, la bellezza di Villa Rufolo, le mostre allestite al suo interno, e poi questo panorama mozzafiato col palcoscenico sospeso tra cielo e mare, ci induce a pensare quanto sia importante investire sulla cultura. Ma soprattutto su questa città che mette insieme la bellezza e la cultura“, ha detto l’ex ministro Nicolais prima dell’inizio del concerto wagneriano.

Credo che la bellezza dei nostri siti, del nostro mare, delle nostre coste, insieme con la cultura che ha riempito Ravello per tanti anni con queste iniziative del Festival, è un qualcosa da raccontare nel mondo. E’ l’immagine dell’Italia da veicolare” ha poi aggiunto Nicolais che, accompagnato dal segretario generale, Secondo Amalfitano, ha visitato l’intero sito monumentale di Villa Rufolo apprezzando l’opera di valorizzazione del monumento e gli interventi messi in atto per impreziosire e implementare l’offerta cultura della “Città della Musica”

Nicolais, che con Brunetta ha siglato a luglio un importante accordo di collaborazione tra Cnr e Fondazione Ravello, ha anche parlato dell’intesa che si svilupperà nei prossimi mesi. “Tutte le cose più belle come l’innovazione e la fruizione, richiedono tecnologie sempre più moderne – ha detto – L’idea di metterci insieme, Cnr e Fondazione, è finalizzata a utilizzare al meglio le nostre ricerche e rendere sempre più moderna la fruizione di bellezze come queste della Fondazione Ravello. Abbiamo decine di miglia di ricercatori, siamo riconosciuti nel mondo per le nostre attività di ricerca ed è per per noi, prima ancora che un piacere, un dovere fornire supporto a realtà straordinarie come questa di Ravello“. (ph Pino Izzo)

Leave a Reply

— required *

— required *

Ravellomagazine è una testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Lucia Serino - Registrazione del Tribunale di Salerno n°9 del 19 marzo 2014. Editing by Fondazione Ravello | p.iva C.F. 03918610654