agosto 1, 2015 | by redazione
Ravello: lunedì sera a San Giovanni del Toro i versi di Dante in napoletano

Un viaggio emozionale nella Divina Commedia per far rivivere la catarsi dantesca attraverso versi e musica. Andrà in scena lunedì 3 agosto (ore 21) nel complesso monumentale di San Giovanni del Toro dove sarà riproposto, con in sottofondo la sola melodia di un pianoforte, questo straordinario viaggio che diventa metafora di un percorso esistenziale, morale e religioso.

Nel corso dello spettacolo dal titolo “Per Aspera ad Astra”, promosso dall’associazione Ravello Nostra con il sostegno di Fondazione Ravello, saranno interpretati a memoria otto canti della divina commedia alcuni dei quali recitati in lingua napoletana del 1500 con l’accompagnamento di musiche anche contemporanee. Protagonisti della serata saranno Nicola Lambiase, oncologo e cultore dell’attività letteraria dantesca, e Patrizia Bruno che lo accompagnerà al pianoforte.

Durante lo spettacolo saranno recitati in originale e in vernacolo i canti III, V, XXVI e XXXIV dell’Inferno e il primo e l’ultimo rispettivamente di Purgatorio e Paradiso. Ai versi danteschi saranno legate musiche di Hans Zimmer, Yiruma, John Schimidt, David Guetta e della stessa Patrizia Bruno. La serata, a ingresso libero, sarà introdotta dal presidente di Ravello Nostra, Paolo Imperato e dal presidente della Società Dante Alighieri, Pina Basile.

“Ognuno di noi intraprende un viaggio nella propria vita e, appunto, attraverso le asperità cerca di raggiungere la salvezza – spiega Nicola Lambiase – Il Viaggio per eccellenza fu intrapreso da Dante che attraverso le asperità dell’inferno passando per il Purgatorio raggiunse la salvezza nel Paradiso. Il nostro spettacolo si propone appunto di far rivivere negli ascoltatori questa catarsi, il tutto fatto da versi e musica nell’intento di generare un viaggio emozionale”.

Leave a Reply

— required *

— required *

Ravellomagazine è una testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Lucia Serino - Registrazione del Tribunale di Salerno n°9 del 19 marzo 2014. Editing by Fondazione Ravello | p.iva C.F. 03918610654