maggio 20, 2015 | by Nicola Mansi
Villa Rufolo, case study per i ragazzi del La Roche College della Pennsylvania

La storia di Ravello, la straordinaria avventura della Fondazione Ravello, il progetto di restauro e riqualificazione di Villa Rufolo, i 63 anni di festival e le mille facce dell’organizzazione di eventi culturali in un bene vincolato, questi gli argomenti trattati durante una full immersion di due ore tenuta lo scorso 19 maggio, dal Segretario Generale della Fondazione Ravello, Secondo Amalfitano, ad un gruppo di circa 20 studenti di International marketing del La Roche College della Pennsylvania. Il gruppo guidato dal prof. Ron Canterna, in visita studio per la prima volta nel sud Italia, ha voluto conoscere da vicino le eccellenze del territorio, da quelle enogastronomiche a quelle paesaggistiche per toccare il monumento simbolo della Città della Musica e la Fondazione Ravello. I ragazzi americani, molti dei quali con avi italiani, sono rimasti visibilmente colpiti dalla bellezza di Villa Rufolo e dai progetti in itinere. La lezione si è tenuta nei locali della Torre Maggiore ai piedi della scala appena completata; la struttura ha letteralmente stupito e impressionato non solo per la sua bellezza ma soprattutto per l’arditezza delle soluzioni architettoniche adottate. Nell’ultimo periodo non è questo il solo gruppo di studenti che fa tappa in Villa Rufolo, per approfondire, sotto vari aspetti, lo studio del bene monumentale e il modello di gestione che lo sta riportando agli antichi fasti del passato. Ultima, solo in ordine di tempo, la visita di pochi giorni fa di 13 studenti della sezione di meccanica industriale dell’Istituto di Istruzione Superiore Galileo Galilei di Salerno che, dopo la prima visita, ha già comunicato alla Fondazione di voler ripetere l’esperienza con altri suoi studenti. (foto Pino Izzo)

 

Leave a Reply

— required *

— required *

Ravellomagazine è una testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Lucia Serino - Registrazione del Tribunale di Salerno n°9 del 19 marzo 2014. Editing by Fondazione Ravello | p.iva C.F. 03918610654